.
Annunci online

Liberidivolare "Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù" (Eb. 12, 1-2)
• E' un amore edificato per sempre, nel cielo rendi stabile la tua fedeltà :-D
post pubblicato in Eventi, il 18 dicembre 2011
           

calendario liturgico:
Lc 1, 26-38; san Paolo apostolo ai Romani(16,25-27);secondo Libro di Samuele(7,1-5.8b-12.14a.16)
"Non temere Maria, Nulla è impossibile a Dio"Se riflettiamo su queste parole che l'angelo rivolse a Maria comprendiamo le conseguenze che le parole possono avere nella nostra vita. Lasciamo agire il Signore in modo che quelle parole producano il loro effetto, o siamo diventati così scettici e indifferenti da non sentire neppure il suono di quella verita? A Dio nulla è impossibile, a noi senza di lui tutto è impossibile. Signore mi rallegro per la grazia donata. Il non temere a Maria, ci doni la serenità necessaria
 per affrontare le inevitabili difficoltà del presente con fiducioso abbandono al tuo voler e per guardare avanti con la vera speranza, felici perché creati da Te, certi che non farai mancare il tuo aiuto :-D buona IV domenica d'Avvento . . .

 

 "E venne ad abitare in mezzo a noi". La fede cristiana, in radice, è accogliere l'Accoglienza di Dio (Paul Tillich). Via praticabile per diventare noi stessi accoglienti (il significato spirituale legato alla fede sta nel confidare profondamente nell'Amore di Dio, chi confida profondamente nel'Amore di Dio accoglie in sé Gesù. Ecco il Mistero del Natale da vivere con intima gioia Papa Angelus IV domenica d'Avvento).

Natale può e deve essere condivisione dei doni, festa, ma deve anche e soprattutto essere una meditazione sul bimbo che nasce, con quelle braccine aperte, povero, Gesù è venuto in mezzo a noi a portare gioia e speranza, padre Fulgenzio Cortesi ospite RTL 102.5

·                                 Gioiso Natale 2011 Pace e bene a tutti!

 

Speranza.

Se per speranza intendiamo un'attesa fatalistica di
cambiamento, un appigliarci all'eventualità che accada qualcosa in grado di
scacciare, come per incanto, paure, incertezze, ci sono fondati motivi per
essere preoccupati. Ma se alla speranza diamo invece il volto dell'impegno, del
metterci in marcia (in latino la parola speranza, spes, richiama del resto il
termine pes, piede!) ecco che lo scenario assume ai nostri occhi, una
prospettiva diversa, la prospettiva della possibilità. Abbiamo bisogno di un
"supplemento d'anima" che risvegli la passione per la bellezza
dell'esistere, la gioia del vivere per il solo fatto di vivere, l'amore
totalmente gratuito per l'altro che è felicità del dare e dello stare insieme.
Abbiamo bisogno di quel silenzio che ci permette di scendere in profondità
interiore dove abita quel Dio che è la parte migliore di noi stessi. Ha
scritto don Tonino Bello, un'esistenza passata a saldare Terra e Cielo:
"Sono convinto che il senso della morte, come quello della vita,
dell'amicizia, della giustizia, e quello supremo di Dio non si trovi in fondo
ai nostri ragionamenti, ma sempre in fondo al nostro impegno" don Luigi
Ciotti, La Speranza non è in vendita, Giunti, edizioni Gruppo Abele, pagg. 119,
125,126 

            Buon fine Anno 2011 e buon Anno 2012



 

 

Sfoglia settembre        maggio