.
Annunci online

Liberidivolare "Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù" (Eb. 12, 1-2)
La "Libertà per Dio"
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 8 settembre 2010



permalink | inviato da Vanna Lo Re il 8/9/2010 alle 21:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Interessante da discutere
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 7 novembre 2009

 

Attraversa le varie dimensioni dell'essere fino alla fine, al fondo stesso dell'essere, che è Dio. Se ti fermi prima...hai ben motivo di avere paura !" Riccardo Fenizia, PENSIERI
Quello che segue è un puzzle incompleto di pensieri, idee, che ho voluto raccogliere perché sono profondamente convinta che è attraverso la condivisione, il dialogo schietto, sincero, volto al Bene Comune, che realmente una comunità può progredire. Noto oggi carenze affettive, disagio nelle famiglie quando ci sono, carenze nell'uso della logica e della fantasia, ma molto desiderio di verità amore e libertà, lavoro sempre sul positivo e in modo positivo, almeno cerco. La vita richiede slancio e impegno generoso, estremo.I pensieri e le idee condivise appartengono a Riccardo Fenizia. Egli dice di sé:
Mi piace parlare, scherzare, sono stato molti anni a Milano, ho studiato in un bel liceo classico, il "Manzoni", poi ci devo pensare. Ci ho un po' pensato: cerco di capire la realtà e mi piace condividere con gli altri questa ricerca senza confini. Non disprezzo nessuno ma disprezzo la menzogna. Amo moltissimo l'arte marziale e lo sport; mi incuriosiscono tutte le tradizioni e culture di popoli diversi. Cerco di rispettare ogni persona e ogni idea, anche se non la dovessi condividere. Amo la giustizia e odio la prepotenza sui più deboli, anche se penso che noi tutti abbiamo inclinazioni da contrastare. Sono un po' pesante da sopportare...già mio padre mi diceva "conta fino a tre prima di parlare" (ehm...)- lo confesso!

(Per quel che ho potuto conoscerlo, mi sento semplicemente di dover rettificare l'ultima sua frase, a mio modesto parere non è assolutamente pesante; simpatico, invece sì, lo è e non poco).

 

continua col commento 

"Ti benedica il Signore e ti protegga. Il Signore faccia brillare il suo volto su di te e ti sia propizio.Il Signore rivolga su di te il suo volto e ti dia pace".
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 1 gennaio 2009
Happy day!

Ogni mattina
è una giornata intera
che riceviamo dalle mani di Dio.
Dio ci dà una giornata intera
da lui stesso preparata per noi.
Non vi è nulla di troppo
e nulla di "non abbastanza",
nulla di indifferente
e nulla di inutile.
È un capolavoro di giornata
che viene a chiederci di essere vissuto.
Noi la guardiamo
come una pagina di agenda,
segnata d'una cifra e d'un mese.
La trattiamo alla leggera
come un foglio di carta.
Se potessimo frugare il mondo
e vedere questo giorno elaborarsi
e nascere dal fondo dei secoli,
comprenderemmo il valore
di un solo giorno umano.

(M.Delbrel)

http://www.qumran2.net/ritagli/ritaglio.pax?id=93


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giorno

permalink | inviato da Vanna Lo Re il 1/1/2009 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
L'ultimo giorno dell'anno 2008
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 31 dicembre 2008

Ho deciso di trascorrerlo a casa e ne sono felice.
E sì, perché c'è chi una casa nemmeno ce l'ha.
E poi c'è chi è solo, chi malato, chi vive martoriato dalla guerra e chi soffre la fame.
C'è anche chi coglie questa occasione di festa per spendere e schiamazzare e chi, invece, come è giusto che sia con sobrietà e in compagnia perpetua l'attesa per quel sentito scambio di auguri che auspica possa il nuovo essere un anno davvero speciale.
Come è noto per i cristiani il nuovo anno liturgico è già iniziato, con la prima Domenica d'Avvento. Nondimeno l'inizio di quello civile è accolto con gioia. Sì con gioia,  perché il Tempo appartiene a Dio ed  è un dono Suo. Custoditi meravigliosamente da forze buone aspettiamo, felici, le cose future: Dio è con noi la sera e la mattina e, sicuramente, ogni nuovo giorno.

Si celebra domani la solennità di Maria Madre di Dio. 
Le letture invitano a confrontandoci con i pastori, che senza indugio vanno a Betlemme e con Maria, che serba nel suo cuore tutto ciò che sta vivendo, e a fare memoria e tesoro della benedizione che Dio elargisce sul suo popolo, una benedizione che si concretizza nel dono dello Spirito che ci fa vivere da figli nel Figlio.



Vedi caro amico, cosa ti scrivo e ti dico e come sono contento di essere qui in questo momento...vedi, vedi, vedi... e se quest'anno poi passasse in un istante vedi amico mio come diventa importante che in questo istante ci sia anch'io...

BUON ANNO A TUTTI!

"Dove c'è lo Spirito del Signore c'è libertà" (2 Cor 3,17)
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 14 maggio 2008

(...)

E' la libertà che ha trovato un funzionario delle Nazioni Unite, durante il suo ultimo incarico in uno dei Paesi dei Balcani. Le missioni che gli vengono affidate rappresentano un lavoro gratificante, sebbene estremamente impegnativo. Una grande difficoltà sono i prolungati momenti lontano dalla famiglia. Anche quando torna a casa è faticoso lasciare sulla porta il fardello del lavoro nel quale è coinvolto, e dedicarsi con animo libero ai bambini e alla moglie.
Improvvisamente il trasferimento in un'altra città, sempre nella stessa regione, ove è impensabile portare con sé la famiglia perché, nonostante gli accordi di pace appena firmati, le ostilità continuano. Cosa fare? Cosa vale di più, la carriera o la famiglia? Ne parla a lungo con la moglie, con la quale da tempo condivide un'intensa vita cristiana. Chiedono luce allo Spirito Santo e insieme cercano la volontà di Dio per la loro famiglia. Infine la decisione: lasciare un lavoro così ambito. Decisione davvero insolita in quell'ambiente professionale.
"La forza per questa scelta - racconta lui stesso - è stata frutto dell'amore reciproco con mia moglie, che non mi ha mai fatto pesare i disagi che le procuravo. Da parte mia, avevo cercato il bene della famiglia, al di là delle sicurezze economiche e della carriera e avevo trovato la libertà interiore".

Chiara Lubich, Parola di vita, Maggio 08

Liberi insieme
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 22 aprile 2008
 Tutto è lecito!” Ma non tutto è utile! “Tutto è lecito!” Ma non tutto edifica. Nessuno cerchi l’utile proprio, ma quello altrui (1Corinzi 10, 23-24).

La mia libertà finisce dove comincia la tua”. Questa sembra una verità sacrosanta, invece è una boiata pericolosa. Se la mia libertà finisce dove comincia la tua, tu sei per me, inevitabilmente, un ostacolo, un limite, un pericolo.
Ragioniamo!
Io sto su un’isola deserta. Una pacchia! Posso fare tutto quello che mi pare. Arrivi tu. E la pacchia finisce. Perché tu, senza dubbio, vorrai metà dell’isola per fare tutto quello che ti pare.
Allora?
La verità è che la mia libertà comincia dove inizia la tua. Si diventa veramente liberi “insieme", nel cercare ognuno l’utile dell’altro.
Torniamo sull’isola deserta. Finché sto solo, posso battere la testa come voglio contro i tronchi delle palme. Ma non è un granché. Arrivi tu e le cose cambiano in meglio: in due possiamo fare faville. E sarà ancora più bello se ne arrivano altri cento.
Purché tutti intendano la libertà come un cercare il bene di tutti, non l’utile proprio.
Altrimenti, o si rimane soli a battere la testa contro le palme, oppure ci vogliono i carabinieri.
E sarebbe comunque una sconfitta della libertà.

Tonino Lasconi, Io con te per 365 + 1


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. libertà

permalink | inviato da Vanna Lo Re il 22/4/2008 alle 15:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La responsabilità è personale
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 22 aprile 2008

 “Colui che ha peccato e non altri deve morire, il figlio non sconta l’iniquità del padre, né il padre l’iniquità del figlio. Al giusto sarà accreditata la sua giustizia e al malvagio la sua malvagità. (Ezechiele 18, 20)

Gli esperti che infestano le trasmissioni e i talk show televisivi fanno a gara nel cercare la responsabilità al di fuori della persona.
“La responsabilità – pontificano – è della società, dell’infanzia infelice, dei genitori troppo assenti, dei nonni troppo presenti, degli amici, dei professori, del datore di lavoro, dei sindacalisti, dei politici, dei tabù, della Chiesa…"
La responsabilità è degli altri.
E le persone chic ormai si presentano con un serioso “Tizio dei pesci”, “Piacere, Caia dello scorpione”.
Così, qualsiasi cosa accada, dipenderà dall’oroscopo.
Dio invece afferma: “Davanti a me ci sei solo tu, e soltanto tu sei il responsabile delle tue scelte”.
Genitori assenti, nonni possessivi, professori ignoranti, compagni cattivi, politici corrotti… non tolgono un grammo alla responsabilità personale.

Ogni fuga dalla responsabilità personale è un attentato alla libertà e una ferita alla voglia di costruire la vita con le proprie mani.

Tonino Lasconi

Creati liberi perché a sua immagine
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 22 aprile 2008

Vedi, io pongo oggi davanti a te la vita e il bene, la morte e il male. (Deuteronomio 30, 15)

Perché Dio permette il male e la morte? Perché lascia morire bambini e giovani? Perché non distrugge gli spacciatori di droga, i trafficanti di armi, i violenti, gli stupratori, i corrotti?
Queste domande tormentano da sempre il cervello dell’uomo. C’è una risposta?
La risposta è una sola. Davanti a ogni uomo e a ogni donna Dio pone due vie: il bene e il male.
Se non ci concedesse questa scelta, non ci sarebbe il male. Ma non ci sarebbe la libertà, perché non c’è libertà senza possibilità di scegliere.
Se Dio togliesse la libertà cancellerebbe nell’uomo la propria immagine. Dio è libero, assolutamente libero. Chi è creato a sua immagine non può non essere libero, e quindi deve avere la possibilità di scegliere. Anche la morte e il male.

Se Dio non ci avesse concesso queste due strade, saremmo tranquilli e impassibili come le pietre. Saremmo guidati dall’istinto come gli animali. Non soffriremmo per lo scandalo del male e non ci porremmo domande angosciose. Ma non saremmo liberi e responsabili.

Tonino Lasconi


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. libertà

permalink | inviato da Vanna Lo Re il 22/4/2008 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Libertà e responsabilità
post pubblicato in LIBERTA' E RESPONSABILITA', il 22 aprile 2008

363. Che cos'è la libertà?
   E' il potere donato da Dio all'uomo di agire o di non agire, di fare questo o quello, di porre così da se stesso azioni deliberate. La libertà caratterizza gli atti propriamente umani. Quanto più si fa il bene, tanto più si diventa liberi.
La libertà raggiunge la propria perfezione quando è ordinata a Dio, sommo Bene e nostra Beatitudine.
La libertà implica anche la possibilità di scegliere tra il bene e il male.
La scelta del male è un abuso della libertà, che conduce alla schiavitù
del peccato.

 
364. Quale relazione esiste tra libertà e responsabilità?
  
La libertà rende l'uomo responsabile dei suoi atti nella misura in cui sono volontari, anche se l'imputabilità e la responsabilità di un'azione possono essere sminuite e talvolta annullate dall'ignoranza, dall'inavvertenza, dalla violenza subita, dal timore, dagli affetti smodati, dalle abitudini.

Dal Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica

Sfoglia novembre