Blog: http://Liberidivolare.ilcannocchiale.it

Settimana di Preghiera per l'unità dei cristiani 2011

 

Dal libro degli Atti al capitolo 2 vv. 42-47:
42
Erano perseveranti nell’insegnamento degli apostoli e nella comunione fraterna, nello spezzare il pane, e nelle preghiere.
43
Ognuno era preso da timore

Voglio immaginare un bel tavolo intorno al quale sono riunite persone di provenienze diverse dove c’e sempre un posto libero per qualcuno che volesse aggiungersi. Intorno a questo tavolo si discute e si ascolta, si interpreta la scrittura. Si mangia insieme e si dividono i beni. Il tavolo rappresenta una comunità cristiana modellata alla luce della comunità cristiana primitiva.Un tavolo è un segno di comunione. Questo tavolo è ben poggiato sulla terra con le sue quattro gambe in modo stabile da non poter vacillare. Cosa sorregge il  tavolo che rappresenta la comunità? Quattro gambe stabili, quattro pilastri,e quali sono questi pilastri? L’insegnamento degli apostoli, la comunione fraterna, lo spezzare il pane e la preghiera.Ora Voglio guardare la realtà e guardando la realtà voglio chiedermi le comunità assomigliano al tavolo in tutto e per tutto? Sempre? (secondo voi? assomigliano?).Questo testo è come una bussola che ci orienta e sta davanti a noi come una possibilità. E’ un ricordo forse delle origini ed una speranza per il presente e per il futuro. E’ un modello ideale con il quale misurarsi 

Forse non sempre tutto funzione bene, ma l’essenziale c’è. C’è l’essenziale, l'Amore di Dio, perché quello che c’è è dono del Signore, dono del Signore, dono da coltivare.Il rapporto con Dio passa necessariamente per il rapporto con i fratelli e le sorelle. La vita, l’autostima, il futuro di mio fratello sono il limite da non infrangere. Bonhoeffer: “Dio non vuole lasciarsi separare dal nostro fratello. Il Padre in Gesù Cristo si è fatto fratello di tutti noi.L'amore sia senza iposcrisia. Aborrite il male e attenetevi fermamente al bene (Romani 12, 9)
 
 
Chiediamo allo Spirito di Dio di sostenerci col suo Spirito affinché ci guidi nella lettura della Scrittura per essere perseveranti nell’insegnamento degli apostoli, ci insegni ad essere perseveranti nel pregare in comunione con tutti i credenti e ci insegni a perseverare nel vivere la comunione, a spezzare il pane insieme, a condividere il necessario della nostra vita con quanti sono accanto a noi.
 
La pace di Dio che supera ogni intelligenza custodisca i nostri cuori ed i nostri pensieri in Cristo Gesù. Amen
 

 

 

Pubblicato il 21/1/2011 alle 15.0 nella rubrica La Fede.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web