Blog: http://Liberidivolare.ilcannocchiale.it

UMBRIA DONNE E LAVORO messaggia la sicurezza

Una importantissima iniziativa a cui volentieri ho partecipato, ho dedicato duri mesi di lavoro alla tematica durante la preparazione della tesi di laurea e approfondito la tematica frequentando il Master di Specializzazione sulla responsabilità civile, inoltre, alcuni post ho scritto anche in questo blog.

 

L’attualità degli infortuni lavorativi, delle tecnopatie e delle morti bianche  impone a tutti  una riflessione attenta sulla necessità di garantire maggiore prevenzione nei luoghi di lavoro. L’attività di prevenzione e l’adozione dei sistemi di sicurezza possono, come dimostrano i fatti, concorrere ad evitare dolori, lutti e situazioni di disagio, che sono determinati da circostanze  quasi sempre evitabili e prevedibili. (dal bando)
http://www.donneelavoro.it/?page_id=4 

http://www.donneelavoro.it/?p=1066

http://www.donneelavoro.it/?p=460

L'articolo 2087 del codice civile è norma chiave in materia http://www.puntosicuro.it/it/ps/pdf/l-articolo-2087-del-codice-civile-nell-interpretazione-della-corte-di-cassazione-2-2-art-3140.pdf insieme all'art. 32 Cost. , la letteratura in materia è vastissima ed autorevole, come ho scritto in un commento anche richiamando un seminario a cui ho partecipato in occasione del jobmeeting organizzato da missione e lavoro, se ben ricordo...è passato qualche anno dall'incontro interessantissimo, formativo, c'erano esperti datori e responsabili della sicurezza aziendale che hanno contribuito ad aumentare le mie conoscenze grazie ai loro interventi suffragati da impegno ed esperienza sul campo. L'articolo del codice sancisce non il diritto, ma il dovere, il dovere del datore, l'obbligo di sicurezza che inizia dalla predisposizione deli strumenti necessari e dall'impegno e la collaborazione che si esplica nel corso di tutta l'attività lavorativa,  così come nei documenti l'Inail ribadisce, favorendo anche iniziative formative create ad hoc, fondamentali

La prescrizione dell'art. 2087 c.c. secondo cui "l'imprenditore è tenuto a adottare, nell'esercizio dell'impresa, le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro" è "prevenzionale" di salvaguardia della integrità psicofisica e si salda e si rafforza con la necessaria lettura dell'art. 32 Cost. che  riconosce la "tutela della salute come fondamentale diritto dell'individuo oltre che interesse della collettività".

Ed ecco come avrete letto il messaggio che ho scritto ed inviato

"La Tutela nei luoghi di lavoro si veste di rosa. Predisponi tutti gli strumenti idonei: la prevenzione deve essere una priorità",

 

 

 

 

grazie, grazie  di cuore per questa occasione, per questo scambio comunicativo pregno di buoni valori e propositi encomiabili volti al bene di tutti e ciascuno per un futuro più sereno, per un futuro più sicuro, per un futuro di bene, auguri auguri di cuore

Pubblicato il 9/2/2011 alle 13.25 nella rubrica Lavoro (Dialettica tra diritto e vita).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web